Brand Finance

Download logo: pdf svg eps png

L’Inter prende il volo nella classifica delle “marche” del calcio che producono maggiore fatturato

-          La Juventus è brand di calcio italiano più forte e di maggiore valore economico, l’Inter è in forte crescita.

-          Barcelona, ritorna ad essere la marca di calcio più forte, cioè il brand che influenza maggiormente le scelte dei tifosi

-          Valutata per quasi 2 miliardi di dollari, il Manchester United rimane il brand football con maggiore valore economico al mondo.

Per visualizzare l'infografica, accedi al report “Brand Finance Football 50” qui.

Visualizza il report completo "Brand Finance Football 50" qui.

Secondo l’ultimo report di Brand Finance, l’agenzia indipendente di consulenza strategica e valutazione marchi leader a livello mondiale, l’Inter scala 15 posizioni nella classifica di Brand Finance che ordina i brand del calcio per valore economico, cioè per la capacità marketing dei brand di portare fatturato.

Saltando a piè pari del 28° al 13° posto, avvicinandosi così pericolosamente alla Juventus (11°) che domina da anni i club italiani ordinati per valore economico del brand asset. Con un travolgente + 119% l’Inter, dopo il RasenBallsport di Lipsia, è la “marca” il cui valore economico percentuale cresce maggiormente. 258 milioni di dollari è un’ottima crescita anche in valore assoluto superata solo da Manchester City e Liverpool.  Il brand ha sicuramente beneficiato dai nuovi investitori cinesi, i quali hanno dato supporto lo storico club con un significativo investimento. 

La Juve remane la “marca” del calcio più efficiente e che genera maggiore fatturato tra le italiane. Grazie alla sua partecipazione alla finale di Champions League nel 2017 e al suo rinnovato successo, il valore del marchio Juve è aumentato del 23% raggiungendo i 605 milioni di dollari. Il coraggioso rebranding non ha ancora influito positivamente sulla forza del brand che quest’anno è diminuita del 2%, evidentemente i fan devono abituarsi alla nuova visual identitiy del club. Nonostante questo, la Juventus sale dal 12° all’11°, grazie alla buona abilità di convertire la buona immagine in fatturato.

Anche il Milan beneficia degli investimenti cinesi e raggiunge raggiunge la 18° posizione grazie ad un aumento del 10% del valore del brand asset.

Altri club italiani che si sono aggiudicati un posto nella classifica Football 50 2018 di Brand Finance sono i semi-finalisti di Champions League: Roma (24° posizione), Napoli (31°), Lazio (38°) e Atalanta (43°).

Il Barcelona è la “marca” più efficiente del calcio. Il Barça, nella precedente edizione della classifica, è stato retrocesso alla seconda posizione dal Real Madrid, ma dopo aver avuto la meglio in questa stagione, la forza del brand del club catalano è aumentata anche grazie ai risultati emersi dalla ricerca effettuata da Brand Finance sui tifosi cinesi, americani e indiani.

Bryn Anderson, direttore di Brand Finance, commenta:

“La combinazione tra predominanza domestica ed ampia presenza europea fanno del Real Madrid e del Barcelona due dei brand più efficienti nel mondo del calcio. D’altra parte entrambi i club dovranno affrontare sfide significative quando stelle del calibro di Lionel Messi e Cristiano Ronaldo arriveranno al traguardo della loro carriera.”

Mentre la forza di brand quali Real e Barça è costruita su un successo costante nel tempo ed un appeal globale, i due club, in termini di valore economico del brand, continuino ad inseguire l’inafferabile Manchester United, che rimane primo con un margine significativo. Nuovamente alla vetta della classifica di quest'anno infatti, il valore del marchio del Manchester United - 1.895 milioni di dollari - è di 300 milioni di dollari superiore a quello del Real o del Barça.

 

Note agli editori

Il valore del marchio equivale a un vantaggio economico netto che un proprietario di un marchio otterrebbe concedendo in licenza il marchio. La forza del marchio viene utilizzata per determinare quale percentuale delle entrate di un'azienda è attribuibile al marchio.

Ulteriori informazioni sulla metodologia e sulle definizioni dei termini chiave sono disponibili nel rapporto Brand Finance Football 50 2018.

I dati compilati per la classifica e il rapporto sulla Brand Finance Football 50 sono forniti a beneficio dei media e non devono essere utilizzati per scopi commerciali o tecnici senza il consenso per iscritto di Brand Finance.

 

Contatti Media

Konrad Jagodzinski

Communications Director

T: +44 (0)2073899400           

M: +44 (0)7508304782          

k.jagodzinski@brandfinance.com

 

Sehr Sarwar

Communications Manager

T: +44 (0)2073899400           

M: +44 (0)7966963669          

s.sarwar@brandfinance.com


Brand Finance: Chi siamo         

Brand Finance é l’agenzia indipendente di consulenza strategica e valutazione marchi leader a livello mondiale con uffici in oltre 20 paesi. Brand Finance colma il divario tra marketing e finanza attraverso la quantificazione del valore finanziario del marchio.
Basandosi su competenze in strategia, branding, ricerche di mercato, Visual identity, finanza, fisco e proprietà intellettuale, Brand Finance aiuta i proprietari di brand e gli investitori a prendere le giuste decisioni al fine di massimizzare il valore del marchio e del business.

Metodologia

Brand Finance ha aiutato a definire ISO 10668, lo standard riconosciuto a livello internazionale sulla valutazione di marchi. Questa definisce un brand come “un asset intangibile correlato al marketing, che includa, ma non limitato a, nomi, termini, segni, simboli, loghi, design, o una combinazioni di questi, con lo scopo di individuare beni, servizi o entita, o una combinazione di questi, creando immagini distintive e associazioni nelle menti degli stakeholder, cosi da generare un valore/beneficio economico”.

Forza del Brand

La forza del brand é la parte della nostra analisi piú direttamente e facilmente influenzata dai responsabili marketing e della gestione del brand. Al fine di determinare la forza di un brand abbiamo sviluppato la Brand strength index (BSI). Analizziamo investimenti marketing, brand equity (il favore che godete presso la clientela, lo staff e gli altri stakeholder) e in fine l’impatto di queste sulla performance del business.

Seguendo questa analisi, ad ogni brand viene assegnato un punteggio BSI in scala 1 a 100, che viene poi applicato al calcolo del brand value. Basandoci sul punteggio, ogni brand verrà classificato secondo un indice che và da AAA+ a D in una scala simile a quella utilizzata per il credit rating.

Approccio alla Valutazione del Brand

Brand finance calcola i valori dei marchi nelle sue league table usando l’approccio della “Royalty relief”, una metodologia riconosciuta all’interno dello standard ISO 10668. Questo approccio include una stima delle vendite future attribuibili al marchio e il calcolo del tasso di royalty che andrebbe addebitato per l’uso del marchio stesso, per giungere ad un “brand value” inteso come beneficio economico netto che un proprietario di un marchio otterrebbe licenziando il brand in un mercato libero.

In questo processo gli step sono:

1.       Calcolare la forza del brand su una scala da 0 a 100 basandosi su un numero di attributi come connessioni emozionali, performance finanziarie e sostenibilita, tra altri.

2.       Determinare l’intervallo del tasso di royalty applicabile per il settore cui il brand appartiene. Questo viene stabilito revisionando accordi di licenziamento comparabili estratti dall’esteso database di brand finance riguardante i contratti di licenza e consultando altri database online.

3.       Calcolare il tasso di royalty. Il punteggio di forza del brand viene applicato all’intervallo del tasso di royalty stabilito per giungere alla definizione di un adeguato tasso di royalty. Per esempio, se l’intervallo del tasso di royalty in un settore e 0-5% e un brand ha un punteggio di forza di 80 su 100, allora il tasso di royalty appropriato per l’uso del brand nel dato settore sara 4%

4.       Determinare il fatturato specifico (relative al calcio) del brand che può essere categorizzabile sotto matchday, trasmissioni tv e fatturato commerciale (merchandising, sponsorship)

5.       Determinare le previsioni di fatturato relative al brand usando una funzione di fatturati storici, previsioni di analisti finanziari e tassi di crescita economica.

6.       Applicare il tasso di royalty alle previsioni di fatturato per derivare il fatturato attribuibile al brand.

7.       Il fatturato attribuibile al brand viene attualizzato al netto delle tasse: si ottiene cosi un valore attuale netto che equivale al valore del brand.

Please get in touch: