Brand Finance

Download logo: pdf svg eps png

Immagine, valore del marchio Italia e dei marchi italiani in miglioramento

·         National Brand Value. Cresce del 5% il valore complessivo dei marchi Italiani che oggi valgono $1.521 Mld, quasi quanto il PIL.  Questo valore colloca l’Italia al 9° posto e riduce notevolmente la distanza col Canada che è all’8°

·         Brand Rating da A+ a AA-: Il Brand Italia torna al livello di paesi del Sud Europa come Francia, Spagna e Portogallo

·         Nation Brand Effect. La crescita del 21% del valore del marchio Made in Italy - oggi pari a $ 205 Mld –  consente all’Italia di entrare nella Top 10 a scapito della Svizzera

Londra 18 ottobre 2016 - Come ogni anno, Brand Finance - società di consulenza strategica che analizza le performance economiche dei marchi -  in partnership con FDI Intelligence – il periodico del Financial Times che tratta gli Investimenti Diretti Esteri – analizza le performance dei brand nazione e ne misura il valore attraverso lo Standard ISO 10668.

Anche quest’anno USA, Cina e Germania dominano sia la classifica che ordina i paesi per valore complessivo dei marchi sia quella ordinata per valore del solo Made in, sganciato dal marchio prodotto.

Gli USA continuano a dominare entrambe le classifiche grazie al PIL e alla fortissima percezione positiva sulla facilità di fare business in quel paese. La Cina continua il trend positivo grazie al forte impegno per la costruzione di marchi e al progressivo miglioramento dell’organizzazione sociale e imprenditoriale. Diversamente la Germania continua perde colpi soprattutto a causa degli scandali.

Per determinare i valori economici dei marchi, Brand Finance analizza lo stato dei brand nazione attraverso gli stessi indicatori considerati dai decisori del mondo economico. La percezione dell’immagine paese è sintetizzata da un Brand Rating minimo D a un massimo AAA+. L’analisi consente di realizzare una terza classifica, dominata da paesi particolarmente efficienti come Singapore, Svizzera e Hong Kong.

 

 

Forza del Brand Italia

L’immagine Italiana presso gli uomini di affari, interessati soprattutto al doing business è decisamente migliorata, ma comunque rimane troppo bassa. Diversamente l’immagine presso i consumatori internazionali, interessati soprattutto agli acquisti di prodotti e servizi si conferma elevata. Al top l’immagine italiana presso i consumatori americani, mentre nettamente inferiore alla media tra quelli tedeschi.

Il miglioramento dei fattori che influenzano l’immagine nel mondo degli affari e più precisamente tra coloro che determinano gli investimenti diretti esteri (FDI), riporta l’Italia a livello dei paesi del Sud Europa, cioè da A+ Forte a AA- Molto Forte.

L’Italia migliora notevolmente l’immagine nell’ambito dell’organizzazione sociale, ad eccezione di quella del sistema giudiziario che rimane piuttosto bassa (46° posto).  Migliora anche la percezione sulla facilità di fare investimenti: rimane piuttosto bassa la governance, ma migliora la situazione di mercato e quella dei talenti. Anche la percezione sulla fruizione di beni e servizi ha un incremento: infatti governance, situazione di mercato e turismo migliorano leggermente.

 

Valore del brand Italia e dei brand italiani

 

Il miglioramento dell’immagine influenza sia gli investimenti esteri, sia le vendite di prodotti e servizi. Con la Nation Brands 2016 Brand Finance ha misurato il valore complessivo dei marchi italiani e del solo marchio Made in Italy, cioè la quota di valore originata dal fatto che il prodotto sia italiano. Entrambi i valori sono in crescita,  il Made in Italy cresce molto (21%), mentre quello complessivo cresce comunque di un ragguardevole del 5%.

 

Le performance del marchio Made in Italy sono particolarmente buone anche in relazione a quelle degli altri principali brand paese, infatti tra i primi 10, solo Cina, Giappone e Francia hanno un livello di crescita analogo. USA e India crescono intorno al 10%, mentre UK e Australia rimangono sostanzialmente stabili. Germania e Canada arretrano leggermente.

 

“Per aumentare la crescita, il Governo italiano dovrebbe evidenziare ulteriormente le positività del paese, per evitare che, come in passato, i media internazionali riprendano solo notizie di scandali e disastri.” – continua Massimo Pizzo Managing Director Italia di Brand Finance – “Nonostante le buone performance, la AA- del Brand Italia dimostra che ci sono ancora ampi margini di miglioramento. Oltre ai problemi funzionali di cui siamo ben consci, ci penalizzano le aspettative e soprattutto l’opinione degli italiani stessi, che frequentemente sono incaricati dalle multinazionali di scegliere se investire o meno nel nostro paese.”

 

FINE COMUNICATO 

 

Massimo Pizzo Managing Director Italia Brand Finance Plc

Mobile +39 335 6929897 Diretto +39 02303125105

m.pizzo@brandfinance.com

 

Brand Finance, con sede nella City di Londra e uffici in oltre 20 paesi,  è la più importante agenzia indipendente di valutazione del brand e consulenza strategica del mondo. Brand Finance realizza analisi per il finance, tax, legal e marketing. Brand Finance è indipendente ed effettua tutte le valutazioni in modo imparziale e con una metodologia trasparente, seguendo i principi delle norme ISO 10668 per la valutazione del marchio. Brand Finance misura ogni anno il valore di migliaia di marchi attraverso decine di fonti pubbliche. I risultati di queste valutazioni consentono di realizzare le nostre classifiche come ad esempio la Global 500, la Banking 500, la Football 50 e la Italy 50.

Downloads

Please get in touch: